ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Anche L'Ascom.......
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Anche L'Ascom.......
Inserito il 30 maggio 2008 alle 19:46:00 da admin. IT - Raccolta Rifiuti

Comunicato Ascom Terracina

Ormai è chiaro ai più, il maggiore ostacolo allo sviluppo della città è questa amministrazione e questo modo di amministrare. A memoria non si fa peccato ad assegnargli la maglia nera, dal dopoguerra ai giorni nostri, paragonabile solo all'arroganza espressa dalla famiglia Frangipane.

..........Segue in dettagli



Dalla Provincia del /05/2008

Da Latina Oggi del 30/05/2008


 Ormai è chiaro ai più, il maggiore ostacolo allo sviluppo della città è questa amministrazione e questo modo di amministrare. A memoria non si fa peccato ad assegnargli la maglia nera, dal dopoguerra ai giorni nostri, paragonabile solo all'arroganza espressa dalla famiglia Frangipane.

A sette anni dall’insediamento la situazione sociale, economica e strutturale della città è minata alle fondamenta ed ormai attanagliata in una crisi dalla quale uscire sarà durissimo e costerà a tutti, neonati compresi, le proverbiali “lacrime e sangue”.

In sette anni non si è riusciti a stendere uno straccio di piano territoriale che abbozzi una parvenza di possibilità di sviluppo o di qualche benché minima via d’uscita. Il territorio è stato prestato ancora una volta ai soliti “palazzinari” che nulla hanno a che fare con le armoniche linee di sviluppo connaturate alle peculiarità della città.

Nessun piano del traffico e della mobilità, nessun piano di sviluppo commerciale ed imprenditoriale, nessuna pianificazione degli interventi abitativi, nessun piano di intervento sui servizi necessari alla comunità, nessuna azione di risanamento dei conti pubblici, nessun tentativo di contenimento della macchina amministrativa, quattrocento impiegati, la maggiore spesa per la comunità, con ben 33 soggetti con riconoscimento dirigenziale a fronte di una insufficienza funzionale disastrosa.

Una spesa pubblica ormai fuori controllo ma che soprattutto non è stata mai oggetto di attenzioni di chi dice che i conti li sa fare e che, interrogato, continua a tacere la lievitazione del debito comunale avvalendosi della facoltà di non rispondere.

Non solo non si governa la spesa, ma con atti di finanza creativa, a spregio di qualsiasi norma, si regalano concessioni, parziali e particolari, ad occupare spazio pubblico a fronte di un gravissimo danno sulla mobilità urbana.

L’ultima stagione estiva sono stati spesi dai vari assessorati la bellezza di 362.000,00 euro con un portafoglio già gravemente al rosso.

Sul fronte TARSU l’incapacità di dar ragione ad un’evasione, riconosciuta dagli stessi amministratori, ma ancora “inspiegabile”, del 40%, ma con la sfrontatezza di chiedere ancora soldi da chi, lavoratori, pensionati, famiglie, imprese e cittadini che assottigliano le loro possibilità di sopravvivenza e che, costretti, per timore pagano ricevendo in cambio un servizio, insufficiente, inadeguato, ridicolo.

Un centro storico, bene prezioso dell’umanità, consegnato al degrado, al dimenticatoio e all’insicurezza.

Come non ricordare, a fronte della propria onorabilità, l’impegno elettorale sulla salubrità delle acque arenatosi sulla incapacità gestionale delle spiagge pubbliche e con il macigno dei lavoratori interinali presi in piena campagna elettorale e con ancora l’illusione onirica dell’arma segreta, il circuito integrato delle acque, sommerso alla prima grata di contenimento della cloaca pubblica del Linea alla mercè di un Consorzio di Bonifica che fa della città un magnifico esempio di decantazione delle erbacce.

Come non ricordare la gestione delle soste a pagamento che avrebbero dovuto rivoluzionare il sistema parcheggio e che oggi sono miserevolmente scivolati nel dimenticatoio insieme ai parcometri sotto sequestro.

Queste le legittime perplessità delle famiglie e delle aziende sane del territorio che non si nascondono, che non hanno corsie preferenziali e che affrontano le avversità amministrative tutti i giorni.

Le risposte dell’amministrazione, per inadeguatezza ed arroganza, continuano ad essere farneticanti, inconcludenti e dannose. Si scimmiotta la politica nazionale, vedendo mostri comunisti ad ogni angolo e fantasiose macchinazioni di oscuri gruppi per nascondere l’incapacità amministrativa non rendendosi conto del grave danno inflitto ad una necessaria pacificazione del territorio.

Le invettive viste in consiglio comunale in questi giorni, rivolte ai cittadini, visti come fastidiosi ostacoli, non feriscono soltanto chi le ha ricevute ma l’intera cittadinanza visto che sono le più alte cariche comunali a lanciarle con l’omertoso silenzio dei più.

Occorre riconquistare condizione e dignità di essere rappresentanti di una intera comunità, è strada imprescindibile per rispetto delle famiglie e delle aziende che faticosamente costruiscono l’economia della città, altrimenti ci si faccia da parte.

La questione Terracina è bene allora che sia ribaltata anche nel capoluogo e in quei luoghi sovra comunali di garanzia perché certe esternazioni sono inaccettabili ed insopportabili e perché la città chiede prepotentemente atti di tutela.

                                                                                                    Ascom Confcommercio Terracina


ErroreSQL

Letto : 2266 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Ottobre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- -- -- 01
02 03 04 05 06 07 08
09 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 -- -- -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 8,007813E-02secondi.
Versione stampabile Versione stampabile