ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Q U E S T I O N E - R I F I U T I
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Q U E S T I O N E - R I F I U T I
Inserito il 01 giugno 2008 alle 20:39:00 da Bolero47. IT - Raccolta Rifiuti

Dopo la riuscita manifestazione del 17 maggio u.s...Segue in Dettagli



Latina Oggi del 01/06/2008


Dopo la riuscita manifestazione del 17 maggio u.s., la seduta della commissione consiliare competente alla discussione sul piano rifiuti, e il confronto in trasmissione tra maggioranza e  opposizione alla presenza del portavoce del Cooordinamento Cittadino, Sig. Sergio Gianforchetti, il coordinamento presenta alla cittadinanza e ai rappresentanti del governo cittadino le seguenti osservazioni:

 

·        La riuscita della manifestazione ha dimostrato quanto i cittadini siano attenti al problema e ormai non più disposti a tollerare inadempienze, ritardi e soprattutto che l’amministrazione continui ad accumulare errori e bugie su un tema così importante e vitale per una società civile, come ci consideriamo.

 

·        Le discussioni tra le parti, discussione esclusivamente politiche, e la lettura del rapporto presentato dal tecnico Dott. Santoro evidenziano alcuni elementi di preoccupazione:

o       Il raggiungimento degli obiettivi (50% di differenziata) è funzionale solo ad evitare sanzioni previste dalla normativa che via via viene elaborata in sede nazionale ed europea sui rifiuti (le cui ultime del gennaio 2008 che prevedono il 45% entro dicembre 2008, vengono addirittura ignorate dal piano Santoro).

o       L’incentivo all’adeguamento, quello chiamato “meccanismo premiale”, cioè risparmio e poi guadagno è previsto per la Società mista e  per il Comune ma non per i cittadini, neanche a lungo termine, a fronte di esempi virtuosi alle porte di Terracina, in alcuni casi ignorati dal piano Santoro (Sermoneta), dove l’implementazione della raccolta differenziata ha condotto ad una riduzione, nel tempo, della tariffa.

o       La strutturazione del piano Santoro mantiene comunque la raccolta stradale condizione che, per ammissione dello stesso tecnico, pregiudica molto la riuscita di un progetto di riduzione dei rifiuti.

o       La comunicazione “formativa” è poco enfatizzata e l’insuccesso di questa fase sarebbe una porta aperta all’insuccesso di tutto il progetto, come pure l’inizio in piena estate.

o       Infine le associazioni, che per prime si stanno impegnando con  preoccupazione del problema, non sono state coinvolte nella elaborazione del progetto né tantomeno nella sua rivisitazione. 

  • Quanto avvenuto poi il 26 u.s. in consiglio comunale, dove ci si aspettava un dibattito democratico e costruttivo tra le varie componenti del governo della città su un problema tanto importante, si è trasformata in un teatrino  monocratico di decisioni prese nel completo disprezzo della condivisione e come sempre sulla pelle dei cittadini. 

  • Non siamo veramente più disposti ad affidare la nostra salute, il nostro benessere sociale ed economico a persone che ormai annaspano nella loro incapacità.  

Per questi motivi  il Coordinamento rinnova le richieste più volte presentate all’Amministrazione che puntualmente sono state disattese. 

1.    Avvio immediato e puntuale della RD secondo i deliberati 

2.    Campagna di sensibilizzazione incisiva sul problema rifiuti e sulla attuazione della Raccolta Differenziata spinta rivolta a tutti i settori della società con ogni mezzo di comunicazione. 

3.    Attivazione dell’impianto di compostaggio Le Morelle. 

4.    Lotta all’evasione TARSU tesa a far emergere quel 40% riconosciuta anche dall’Amministrazione. 

5.    Il ritiro della delibera di Giunta comunale per ulteriore aggravio del 20% della TARSU (anno 2008), che ricadrebbe ancora una volta su chi già paga. 

6.    Applicazione delle penali contemplate nel contratto, alla Società Terracina Ambiente spa, per il mancato inizio della Raccolta Differenziata previste nella misura che va da 250,00 a 2.500,00 Euro. 

7.    Previsione  della riduzione della tariffa per gli utenti al raggiungimento dell’obiettivo almeno del 50%.

  Per il Coordinamento Cittadino

    Sergio Gianforchetti

 Terracina 31/05/2008


ErroreSQL

Letto : 2256 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
-- -- -- -- -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,09375secondi.
Versione stampabile Versione stampabile