ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Servizi sociali
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Servizi sociali
Inserito il 07 dicembre 2008 alle 13:54:00 da azbv. IT - Politica

Il 5 novembre u.s. ho assistito all'incontro organizzato  dalla coop.va sociale Insieme.....Segue in Dettagli

Il 5 novembre u.s., ho assistito all’incontro pubblico tenuto a Villa Tomassini dalla cooperativa sociale Insieme e ho potuto constatare la presenza di molti politici locali che sono stati, in passato e   fino a  qualche mese fa, amministratori in ruoli importanti del Comune, gestendo qualcuno di essi, l’assessorato ai servizi sociali .

E se, come io ritengo, i problemi derivano dalle enormi difficoltà finanziarie delle casse comunali, loro ne seno stati artefici e ora, anziché, fare autocritica e proporre soluzioni, cercano cavalcare strumentalmente la giusta protesta dei lavoratori delle cooperative e di genitori preoccupati che nel futuro taluni servizi non vengano più forniti.

Nei  ruoli da loro ricoperti avrebbero dovuto operare in modo da tener sotto controllo la capacità di spesa del Comune e non contribuire a creare una situazione di bilancio   prossima al tracollo.

Per restare al problema della politica dei servizi sociali, avrebbero dovuto fare in modo da stabilire quali interventi privilegiare a seguito di un attento studio dei bisogni della comunità cittadina e delle disponibilità finanziarie.

E, soprattutto, avrebbero potuto limitare i costi mettendo in concorrenza i fornitori dei servizi indicendo gare aperte a qualsiasi impresa avesse i requisiti oggettivi tali da prefigurare capacità gestionale di una materia tanto delicata.

Aver limitato, infatti i bandi alla partecipazione delle sole cooperative sociali e non aver definito per tempo il quadro complessivodei servizi da mettere a gara,  non ha facilitato la possibilità di una organizzazione imprenditoriale utile alla riduzione delle spese.-

Le cooperative, hanno in sostanza operato in un mercato protetto e tutto è andato per il meglio fino a che non si è stati costretti a chiudere i cordoni della spesa.

Ora che non è tempo di vacche grasse, mi aspetto che gli amministratori rinsaviscano e, anziché cavalcare ad ogni costo il consenso delle decine e decine di lavoratori del settore e degli utenti, facciano autocritica e gestiscano la questione facendo scelte compatibili soprattutto con le capacità finanziarie e aprendo l’offerta delle prestazioni al mercato.

Terracina 07/12/2008

azbv


ErroreSQL

Letto : 1517 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
-- -- -- -- -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 8,789063E-02secondi.
Versione stampabile Versione stampabile