ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Basta soluzioni tampone!
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Basta soluzioni tampone!
Inserito il 12 luglio 2009 alle 23:05:00 da dimagin. IT - Aree Verdi

  

E’ notizia di oggi che per la questione “parchi chiusi” ....Segue in Dettagli



 

E’ notizia di oggi che per la questione “parchi chiusi” l’assessore ai lavori pubblici , è corso in soccorso D’Amico che, come per la gestione loculi cimiteriali, era in difficoltà nel trovare una soluzione

.

Incalzata, infatti, dalla forte e giusta protesta di associazioni e comitati cittadini, l’Amministrazione comunale,  in assenza di una propria politica sull’intera gestione delle aree verdi pubbliche,  ricorre, ancora una volta, a una soluzione temporanea e tampone, ipotizzando di utilizzare anziani per l’apertura, chiusura e vigilanza dei parchi pubblici

Questo potrebbe essere, a mio parere, l’inizio di un discorso importante  dal punto di vista sociale ed economico se visto un  quadro più ampio di partecipazione alla vita pubblica .

Esiste, infatti, nella società attuale, e non solo a Terracina, il problema di un crescente sentimento di antipolitica perché il cittadino, estraniandosi da problematiche amministrative, sempre più delega senza controllare l’uso che si fa della delega, a meno che, come sta avvenendo per la nostra città, la qualità dei servizi e dell’ambiente non degradi paurosamente. 

In una situazione siffatta è compito di chi amministra la città concorrere a far sì che i cittadini tornino ad interessarsi attivamente dell’amministrazione della propria città e in questa prospettiva l’ipotesi di affidare la gestione degli spazi verdi, a partire da quelli di quartiere, direttamente ai cittadini organizzati in forme da studiare, è un passo importante specie se inquadrato in una ipotesi di costruzione del bilancio avvalendosi della partecipazione attiva della società civile.

Ma fino a quando questa impostazione politica non diventa patrimonio della maggioranza dell’Amministrazione, è da chiarire subito che anche l’ipotizzato  affidamento ad anziani  debba essere regolamentato, perché non è accettabile, in linea generale, qualsiasi ipotesi di gestione tramite l’ausilio o sponsorizzazione di terzi che non sia supportata da regole per scegliere , previo avviso o bando pubblico, l’offerta migliore e per consentire scelte non viziate da clientelismi o favoritismi.

In questo modo non potrebbe avvenire che un giardino pubblico, quale quello vicino Porta Napoletana, possa essere utilizzato da un ristorante vicino senza che sia stato preventivamente stabilito e regolamentato un corrispettivo e che si  sia data ad altri informazione sulla possibilità  di utilizzarlo.

Terracina, 10 luglio 2009           

Di Mauro Gino


ErroreSQL

Letto : 2204 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,1328125secondi.
Versione stampabile Versione stampabile