ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Ricomincio da tre
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Ricomincio da tre
Inserito il 01 dicembre 2007 alle 23:39:00 da admin. IT - Turismo

           

     Ricomincio da tre     

E’ avvilente partecipare all’ennesimo convegno sul turismo, organizzato nei minimi dettagli dall’amministrazione comunale (buffet finale compreso), le cui conclusioni sono state il nulla di fatto.    

 segue...........in dettagli



 Articolo pubblicato su Latina Oggi del 04/12/07


E’ avvilente partecipare all’ennesimo convegno sul turismo, organizzato nei minimi dettagli dall’amministrazione comunale (buffet finale compreso), le cui conclusioni sono state il nulla di fatto.

Ciò e avvenuto nella serata del 29 novembre u.s., nella sala Valadier, incontro,  per altro, scarsamente partecipato  da operatori turistici e  con  l’assenza imperdonabile di quasi tutti gli amministratori locali ( tranne qualche eccezione) e di tutte le forze politiche.

 

Purtroppo, se chi amministra la città,  non ha sviluppato  un adeguata coscienza turistico- imprenditoriale, l’unico approdo possibile sarà soltanto il nulla e, soprattutto, in completa assenza

di una vera e propria politica di qualificazione turistica, si è preda di una totale inerzia.

 

Da troppi anni, la mancanza totale di idee  innovative ha fatto perdere alla nostra città ogni disegno di sviluppo, al punto che  non si sa più quale debba essere il suo futuro.

Credo fermamente che l’assenza  progettuale e l’ inerzia politica sia stata e continui ad essere

una responsabilità collettiva. Se si tace, o per assenza di idee o per convenienza di parte, la responsabilità è diretta e scaricarla su altri diventa una comoda giustificazione.

 

E allora, per essere concreti almeno tre devono essere le priorità;

 

Primo, chi ambisce al governo di una città deve realizzare una adeguato progetto che affronti

sia i grandi temi di sviluppo,  procedendo con la consapevolezza che il turismo deve divenire

un fenomeno di sicuro ed imponente sviluppo economico per Terracina, sia lavorando per la risoluzione di questioni più pratiche ed ordinarie quali , la pulizia della città, piano di mobilità, arredo urbano, cura dei parchi etc.

 

Secondo, e’ necessario che tale progettualità sia sentita ed affrontata collegialmente da tutti gli amministratori che con  adeguate sinergie e con unità d’intenti devono collaborare tra diversi

assessorati, abbandonando l’antiquata idea che il turismo sia da demandare solo all’assessorato preposto.

 

Terzo,  e di fondamentale importanza , deve essere la creazione di un tavolo permanente dove siedano, in sinergia, amministratori e operatori turistici. E chiaramente il ruolo di questi ultimi deve essere quello propositivo, attraverso l’elaborazione di proposte e, al contempo,con azione di verifica sull’attuazione del programma  precedentemente concertato.

 

Sono queste, a mio avviso, le priorità, senza le quali,  diviene inutile e dispendioso affrontare altri  importanti temi, seppur previsti da leggi, quali i Sistemi Turistici locali. 

 

 

 

Terracina 01/12/ 2007

                                                                                                Lucia Berti

                                                                                         Ass.ne  Citta’ Partecipata



ErroreSQL

Letto : 2448 | Torna indietro
Commenti
1 Commento
Inserito il 17 dicembre 2007 alle 22:39:16 da danko.  0/10
 

Condivido in pieno.

Solo una precisazione: il tavolo tecnico permanente deve partire da una dichiarazione di intenti che dia l'idea di quanto sarà rispettato il lavoro prodotto, altrimenti sarà solo l'ennesima perdita di tempo.

Inoltre deve prevedere la partecipazione di persone competenti in materia

Naturalmente anche se si dovesse costituire domani ( utopia pura) servirebbe a programmare per il 2009 ( e già sarebbe un passo avanti notevolissimo)

Sergio Arienzo

 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Novembre
>
L M M G V S D
-- -- 01 02 03 04 05
06 07 08 09 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 0,1201172secondi.
Versione stampabile Versione stampabile