ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Basta strumentalizzazioni!
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Basta strumentalizzazioni!
Inserito il 18 giugno 2012 alle 10:58:00 da azbv. IT - Politica

Basta strumentalizzazioni

Sono trascorsi sei anni dalla nascita della nostra associazione  e, con soddisfazione, registriamo che le motivazioni di fondo che allora ci avevano suggerito  di  risvegliare e sollecitare la partecipazione diretta della società civile alla politica, trovano conferma nello scenario politico locale, regionale e nazionale.

Quando la nostra associazione sosteneva che la politica dei partiti non trovava più riscontro nella vita reale e che i cittadini , non più interessati alla contrapposizione destra-sinistra, chiedevano la soluzione dei problemi, fummo aspramente attaccati per aver coniato il motto”una buca non è né di destra né di sinistra, ma è solo una buca  e , come  tale, da eliminare”

Uno dei nostri primi documenti cercò di richiamare l’attenzione degli amministratori locali sulla questione della morale in politica che da troppo tempo era stata subordinata più agli interessi di partiti e di individui che al bene comune.

Ma in questi sei anni abbiamo dovuto constatare amaramente che la nostra città ha continuato passivamente a subire le strumentalizzazioni che partiti e politicanti di turno facevano del loro voto.

Oggi che l’aggravarsi della crisi finanziaria colpisce duramente, il cittadino prende finalmente coscienza che la politica come sino ad ora condotta da diversi lustri, più che strumento per migliorare la convivenza nel segno della solidarietà e equità, è diventata strumento per privilegi tra cui quelli oggi individuati come “costi della politica”

E,solo ora, i partiti,  specie dopo il responso dell’ultima tornata elettorale che ha riguardato un campione consistente di comuni, hanno capito che l’astensione e il successo del movimento 5 stelle erano una severa condanna  e rigetto della politica da loro condotta, si affannano nei tentativi di arginare e strumentalizzare la ribellione.

Ma anziché fare le cose che la società civile richiede con forza , vale a dire, ritrovare il senso morale della politica, anziché   eliminare il finanziamento dei partiti,eliminare il vitalizio per deputati o senatori, ridurre i parlamentari e ,in generale, abbattere fortemente i costi della politica, fingono aperture strumentali nei confronti della società civile.

E, tanto per esemplificare, assistiamo, a livello locale. a consiglieri comunali che usano il consenso elettorale ricevuto per sistemare familiari o, a livelli più alti , alla strumentale richiesta, da parte del PD, ad associazioni e movimenti(collaterali al partito) di nomi per le nomine RAI dopo la vergognosa lottizzazione per Privacy e Agcom .

O assistiamo alla strumentale raccolta di firme da parte della fondazione Città Nuove, per l’introduzione delle preferenze dalle prossime elezioni e questo dopo che , anziché abolire da subito il vitalizio per i regionali, la regione Lazio lo ha esteso addirittura agli assessori anche se non eletti, consentendo che  il presidente Polverini potesse godere,volendo, del vitalizio a 55 anni.

Giusto introdurre le preferenze, ma è da chiedere a Città Nuove, il perché non propone, anche con il supporto di firme nella società civile, la riduzione dei deputati sia nazionali che regionali

Di fronte a tanta inerzia su privilegi e costi che la società civile condanna fortemente, appare semplicemente strumentale l’affannoso corteggiamento della società civile da parte di forze politiche ormai stantie e fuori del tempo tanto da essere miopi fino al punto di non capire che queste misere furberie alimentano la ribellione e , proprio per l’appello che fanno alla società civile ,  di essere furbastri incivili.

Per concludere, la nostra Associazione  continua a sperare che anche a Terracina prevalga un senso di repulsione verso chi ancora pensa che il terracinese abbia l’anello al naso.

                           Il Presidente

 


ErroreSQL

Letto : 2165 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Dicembre
>
L M M G V S D
-- -- -- -- 01 02 03
04 05 06 07 08 09 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
-- -- -- -- -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 8,007813E-02secondi.
Versione stampabile Versione stampabile