ErroreSQL
ErroreSQL
ErroreSQL Città Partecipata - Notizie: Colpevole silenzio
Città Partecipata Città Partecipata
  Notizie     
« »
 
Visitatori
Visitatori Correnti : 1
Membri : 0

Iscritti
 Utenti: 118
Ultimo iscritto : Elpakito2
Lista iscritti
 
 Messaggi privati: 26
 
 Commenti: 108
 
 Immagini: 50
 Immagini viste: 318
 
 Materiale: 1
 Totale scarichi: 27
 
 Articoli: 4
 Pagine: 13
 Pagine lette: 51381
 
 Notizie: 239
 
 Sondaggi: 1
 
 Preferiti: 194
 Siti visitati: 79101
 
 Eventi: 19
Log in
Login
Password
Dichiaro di aver preso visione del regolamento e di accettarlo in tutte le sue parti
Memorizza i tuoi dati:
Versioni
EN
ES
FR
Versione Italiana
 
Colpevole silenzio
Inserito il 02 aprile 2013 alle 11:44:00 da azbv. IT - Politica



 

Nei quasi  tre anni  trascorsi da quando  è stata nominata liquidatore  dell’Istituzione per i servizi sociali, la dottoressa Amici Carla non ha ottemperato all’incarico e  non ha nemmeno consentito  al liquidatore straordinario, nominato nel maggio 2012 in sua sostituzione,di poter  concludere nel modo migliore il compito affidatogli.

Stando a notizie di stampa, infatti, il liquidatore ha redatto una relazione durissima con la quale denuncia errori , ritardi, documenti contabili mai consegnati, conti poco chiari e in qualche caso cita addirittura  «omissioni»,  paventando una denuncia ai sensi di legge.

Ciò nonostante, non si ha notizia di una azione dell’Amministrazione nei confronti della dottoressa Amici e, come già avvenuto con Nardi, resta un arcano il motivo per cui si stenta ad agire nei  suoi confronti, nonostante anche l’incarico della stessa come direttore dell’Azienda Speciale per i servizi sociali sia stato oggetto di ipotesi di irregolarità e illegittimità

Il persistere dell’inerzia,  nonostante la gravità delle cose scritte nella relazione prima citata, induce a  ritenere che gli amministratori del Comune di Terracina, siano essi di maggioranza che di opposizione, non si accorgano del  vento per  il cambiamento che soffia nel Paese Italia e che non si accorgano che la gente è stanca di un modo autoreferenziale che condiziona  il governo di una comunità con fini personali o interesse della  parte politica di appartenenza.

E’ da ritenere, infatti, che la maggioranza eviti  la rimozione del direttore per non ridiscutere equilibri di potere trattati già al tempo delle votazioni nel 2011.

 Quell’accordo  aveva  bilanciato i pesi amministrativi all’interno del Consiglio e della Giunta, attribuendo la farmacia  comunale ai  repubblicani e l’Azienda Speciale all’UDC , lasciando qualche briciola alla Destra.

L’Azienda che,dopo le spese per il personale e per il servizio di igiene urbana , è il terzo centro di spesa e il primo per assunzioni, è materia che, se messa in discussione, potrebbe far saltare la coalizione.

Se queste sono le motivazioni per cui la maggioranza subisce l’Amici,non è chiaro il tacere dell’opposizione  

Se, infatti,era già apparso  problematico il sostegno di qualcuno dell’opposizione che, passando da una prima azione di critica dura nei confronti del direttore dell’Azienda, ne era poi diventato paladino, adesso che ci sono elementi più evidenti per una azione di licenziamento, l’inerzia induce a pensare all’inciucio.

 

                                 Città Partecipata

                                   (Il Presidente)


ErroreSQL

Letto : 1689 | Torna indietro
 
Notizie - RSS
I preferiti
Previsioni Meteo
Ascolta la radio
Eventi
<
Febbraio
2018
>
L M M G V S D
-- -- -- 01 02 03 04
05 06 07 08 09 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 -- -- -- --

 
 © Gp Soft Terracina 
Contattami
Realizzato con ASP-Nuke 2.0.7
Questa pagina è stata eseguita in 7,421875E-02secondi.
Versione stampabile Versione stampabile